Guide
Guida all'acquisto

Per orientarti nel mondo delle vendite giudiziarie, comprendere le procedure corrette per partecipare alle vendite o cercare maggiori informazioni, consulta le pagine della nostra guida.

 
Bollettini
Benimobili
ABITAZIONE IN VILLE » ES. 291/2015 CUSTODIA: VILLA SINGOLA UBICATA IN COMUNE ...

ES. 291/2015 CUSTODIA: VILLA SINGOLA UBICATA IN COMUNE DI PIETRASANTA (LU), FRAZ. CAPEZZANO MONTE, VIA CAPEZZANO MONTE, 32.

SUPERFICIE FABBRICATO PRINCIPALE: MQ. 144,20.

Prezzo base € 661.500,00
Offerte entro il 04.12.2018 alle ore 12:00.
Data vendita: 05.12.2018 alle ore 16:30

La vendita avrà luogo presso: STUDIO DEL PROFESSIONISTA DELEGATO ALLA VENDITA.
Senza incanto
Scheda aggiornata il 28.09.2018 alle ore 17:30
TRIBUNALE DI LUCCA

UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI

AVVISO DI VENDITA MEDIANTE PROCEDURA COMPETITIVA SINCRONA MISTA

SECONDO INCANTO



Il Rag. ANDREA MURRI professionista delegato ai sensi dell’art. 591 bis c.p.c. dal Giudice delle Esecuzioni Dott. Giacomo Lucente con ordinanza del 11 giugno 2018 nella esecuzione immobiliare N. 291/2015,

AVVISA

che il giorno 05 dicembre 2018 alle ore 16,30 presso gli Uffici dell’Istituto Vendite Giudiziarie di Lucca (I.V.G.) – So.Fi.R. S.r.l. in Lucca, Viale San Concordio, 996/B, si darà luogo allo svolgimento della vendita ed alla eventuale e consequenziale gara di vendita senza incanto dell’immobile sotto descritto, alle condizioni e modalità di seguito indicate.

LOTTO UNICO

Descrizione del bene

Piena proprietà su villa singola a Pietrasanta (LU), frazione Capezzano Monte, via Capezzano Monte 32.

È composta da due distinti fabbricati ad uso civile abitazione (principale E secondario), da un garage ed ampio terreno di resede (del tipo terrazzato) destinato in parte a giardino ed in parte ad uliveto. L’accesso ai fabbricati avviene da un unico ingresso carrabile e pedonale posto sulla via di Capezzano al civico n. 32, che immette direttamente nella parte di resede destinata a parcheggio dove si trova inoltre il garage. La proprietà anche se composta da due fabbricati distinti, comunque è da considerarsi come un unico compendio immobiliare vista la sua conformità, accessibilità e comunque la condivisione delle aree esterne ed accessorie. Nello specifico:

- il fabbricato principale (superficie commerciale 144,20 mq) posto all’ingresso della proprietà, si sviluppa al solo piano terra, ed è costituito da: ampio ingresso/soggiorno, studio, camera matrimoniale, cucina abitabile con accesso dall’esterno, disimpegno,W.c.- doccia, bagno e vano uso ripostiglio. Esternamente al fabbricato è inoltre presente un portico coperto sviluppato sul lato sud-ovest e nord-ovest, mentre nella parte retro del fabbricato è presente un altro vano accessorio adibito a locale tecnico (alloggio caldaia) con adiacenti piani di lavoro e posizionamento di un punto acqua.

- il fabbricato secondario (superficie commerciale 198,88 mq) si sviluppa su due piani fuori terra oltre il piano interrato ed è costituito da: al piano terra da ampio ingresso/soggiorno, disimpegno, cucina abitabile con accesso dall’esterno, wc doccia e piccolo vano ripostiglio, al piano primo da disimpegno, bagno, n. 2 camere di cui una con ampio terrazzo. Al piano interrato invece si trovano vani adibiti ad uso cantina di ampie dimensioni, accessibili sia internamente dal fabbricato mediante scala di collegamento posta nell’ingresso/soggiorno, sia esternamente dal resede mediante accesso autonomo. Il fabbricato inoltre è corredato a piano terra da un ampio portico coperto (con forno) ed un locale tecnico per l’alloggio della caldaia. Al piano primo inoltre è presente un ulteriore vano tecnico accessibile dal terrazzo comunicante con la camera (lato nord-ovest) ed un altro terrazzo accessibile esclusivamente dal resede e posto sul lato sud-est dell’edificio.

- il box singolo, composto da unico vano, sviluppa una superficie commerciale di 11,00 Mq. Trattasi di garage coperto posto all’ingresso della proprietà in prossimità del fabbricato principale.

- il terreno residenziale (superficie commerciale 200,00 mq) destinato a resede esclusiva è adibito in parte a giardino ed in parte ad uliveto.

- il terreno agricolo (superficie commerciale 24,00 mq) è costituito piccola presella di terreno con presenza di piante di ulivo, ubicata davanti all’ingresso della proprietà.

Confini

Non risultano coerenze con altre proprietà.

Referenze catastali

L’immobile risulta censito al Catasto del Comune di Viareggio, nello specifico:

- fabbricato principale: l foglio 19 particella 391 sub. 1 (catasto fabbricati), zona censuaria 1, categoria A/3, classe 5, consistenza 5,5 vani, rendita 440,28 Euro. La planimetria catastale riferita al suddetto immobile non risulta aggiornata in riferimento all’attuale consistenza del fabbricato;

- fabbricato secondario: foglio 19 particella 391 sub. 2 (catasto fabbricati), zona censuaria 1, categoria A/4, classe 4, consistenza 5,5 vani, rendita 284,05 Euro, piano: Interrato, Terra e Primo. La planimetria catastale attualmente in atti non corrisponde allo stato dei luoghi e pertanto dovrà essere aggiornata;

- box singolo: foglio 19 particella 391 sub. 3 (catasto fabbricati), zona censuaria 1, categoria C/6, classe 5, consistenza 22 mq, rendita 97,71 Euro;

- terreno residenziale: foglio 19 particella 391 (catasto terreni), qualità/classe ente urbano, superficie 1620, e foglio 19 particella 398 (catasto terreni), qualità/classe semin. arbor. Cl. 2, superficie 655, reddito agrario 2,37 €, reddito dominicale 4,40 €;

- terreno agricolo: foglio 19 particella 201 (catasto terreni), qualità/classe Incolt. Prod. Cl. 3, superficie 24, reddito agrario 0,01 €, reddito dominicale 0,01 €.

Provenienza

Attuale proprietario:

- Sig. XXX per la quota di 1000/1000, in forza di atto di compravendita (dal 02/10/2002), con atto stipulato il 02/10/2002 a firma di Notaio Paolo Lizza di Genova ai nn. 68304 di repertorio, registrato il 17/10/2002 a Agenzia delle Entrate di Genova 3 ai nn. 2739, trascritto il 28/10/2002 a Pisa ai nn. prot. gen. 20993 prot. part. 14198.

Precedenti proprietari:

- Sig.ri XXX e XXX per la quota di 1000/1000, in forza di atto di compravendita (dal 14/11/1981 fino al 02/10/2002), con atto stipulato il 14/11/1981 a firma di Notaio Emilio Maccheroni di Pietrasanta ai nn. 78419 di repertorio, registrato il 02/12/1981 a Agenzia delle Entrate di Viareggio ai nn. 5314, trascritto il 18/11/1981 a Pisa ai nn. rep.part. 9686 reg. gen. 13804.

Possesso

Alla data del sopralluogo l’immobile risulta libero

Situazione Edilizia e urbanistica

Pratiche edilizie:

- Licenza edilizia N. 83/1968, intestata a Sig. XXX, per lavori di costruzione di nuovo fabbricato, presentata il 06/02/1968, rilasciata il 23/02/1968 con il n. 83 di protocollo, agibilità non ancora rilasciata;

- Concessione edilizia N. 27/1983, intestata a Sig.ri XXX e XXX, per lavori di realizzazione di portico a casa di civile abitazione e cantina seminterrata, presentata il 12/07/1982, rilasciata il 18/02/1983 con il n. 27 di protocollo;

- Concessione edilizia in sanatoria N. 132s/1994, intestata a Sig.ri XXX e XXX, per lavori di ampliamento fabbricato principale, realizzazione di garage, ampliamento piano seminterrato e costruzione di unità immobiliare sopra lo stesso, presentata il 01/04/1986 con il n. 3263 di protocollo, rilasciata il 24/03/1994 con il n. 132/s di protocollo. N.b. La Concessione Edilizia in Sanatoria sopra riportata è stata revocata in quanto è stata richiesta successivamente in data 05/09/2002 prot. n. 026617, la rettifica degli elaborati grafici cui ha fatto seguito Concessione Edilizia in Sanatoria n. 123/s del 06/12/2002;

- Concessione edilizia in sanatoria N. 123s/2002, intestata a Sig.ri XXX e XXX, per lavori di ampliamento di fabbricato ad uso civile abitazione (fabbricato principale) e realizzazione di un vano ad uso garage. Diversa posizione del fabbricato secondario e ampliamento dello stesso rendendolo un unità immobiliare ad uso abitativo, presentata il 05/09/2002 con il n. 026617 di protocollo, rilasciata il 06/12/2002 con il n. 132/s di protocollo. La presente Concessione Edilizia in Sanatoria rilasciata a seguito di domanda di condono edilizio (L.47/1985) e presentata presso il Comune di Pietrasanta il 01/04/1986 al n. 3310, sostituisce e rettifica la precedente Concessione Edilizia in sanatoria 132/s del 1994 (revocata) per aggiornamento elaborati grafici;

- Denuncia Inizio Attività N. 2715/2005, intestata a Sig. XXX, per lavori di recinzione della proprietà, presentata il 06/06/2005 con il n. 029172 di protocollo Concessione edilizia N. 290/2002 e successive varianti, intestata a Sig. XXX, per lavori di ristrutturazione ed ampliamento di fabbricato ad uso civile abitazione, presentata il 05/09/2002 con il n. 26614 di protocollo, rilasciata il 19/12/2002 con il n. 290 di protocollo. Il titolo è riferito solamente al fabbricato principale;

- Concessione edilizia N. 183/2003, intestata a Sig. XXX, per lavori di ristrutturazione edilizia ed ampliamento a fabbricato ad uso civile abitazione monofamiliare in variate alla C.E. 290 del 19/12/2002, presentata il 18/04/2003 con il n. 11956 di protocollo, rilasciata il 11/09/2003 con il n. 183 di protocollo. Il titolo è riferito solamente al fabbricato principale;

- Attestazione di Conformità in Sanatoria N. 32/2015, intestata a Sig. XXX, per lavori di opere in parziale difformità dalla Concessione Edilizia n. 183/2003., presentata il 21/11/2014 con il n. 39688 di protocollo, rilasciata il 28/05/2015 con il n. 32 di protocollo. Il titolo è riferito solamente al fabbricato principale;

- Concessione edilizia N. 187/2003, intestata a Sig. XXX, per lavori di ristrutturazione edilizia ed ampliamento di fabbricato di civile abitazione monofamiliare, presentata il 18/04/2003 con il n. 11957 di protocollo, rilasciata il 11/09/2003 con il n. 187 di protocollo. Il titolo è riferito solamente al fabbricato secondario. N.b. è stato presentato in data 21/11/2014 prot. n. 36690 Permesso di Costruire in Sanatoria per opere realizzate in difformità alla C.E. 187/2003 consistenti in modifiche di sagoma, interne ed esterne. La pratica edilizia ha concluso il suo iter istruttorio ed è in fase di rilascio avendo avuto parere favorevole da parte dell’ufficio edilizia privata del Comune di Pietrasanta; per il ritiro della pratica si dovranno corrispondere € 9.000,00 circa di oneri sanzionatori;

- Permesso di Costruire in Sanatoria N. 44/2014 e successive varianti, intestata a Sig. XXX, per lavori di Modifiche di sagoma, interne ed esterne., presentata il 21/11/2014 con il n. 36690 di protocollo, rilasciata non ancora rilasciata. Il titolo è riferito solamente al fabbricato secondario. La pratica ha concluso il suo iter presso l’ufficio edilizia privata del Comune di Pietrasanta ed è in fase di rilascio.

Situazione urbanistica:

Nessuna informazione aggiuntiva.

Per maggiori informazioni e dettagli si rinvia alla perizia redatta dal CTU.

PREZZO BASE

€ 661.500,00 (seicentosessantunomilacinquecento/00). In caso di gara tra gli offerenti ex art. 573 c.p.c. le offerte in aumento non potranno essere inferiori ad € 5.000,00 (cinquemila/00) sull’offerta più alta.

Offerta minima: € 496.125,00 (quattrocentonovantaseimilacentoventicinque/00).

MODALITA’ DI VENDITA

La vendita sarà eseguita mediante PROCEDURA DI VENDITA SINCRONA MISTA (possibilità di ricezione offerte cartacee e telematiche, ex art. 22 D.M. 32/2015).

Le offerte di acquisto dovranno pervenire entro le ore 12,00 del giorno 04.12.2018.

MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLE OFFERTE

A) Le offerte di acquisto cartacee, sulle quali dovrà essere applicata marca da bollo da € 16,00, dovranno essere presentate, in busta chiusa, presso lo studio del delegato alla vendita Rag. Andrea Murri, in Via Marco Polo n. 25 a Viareggio (LU), entro e non oltre le ore 12,00 del giorno 04.12.2018.

L’offerta, irrevocabile ex art. 571 comma 4 c.p.c., deve contenere l’indicazione del prezzo, che a pena di inefficacia non potrà essere inferiore di oltre un quarto al prezzo base indicato per il lotto, del tempo e del modo del pagamento, ed ogni altro elemento utile alla valutazione dell’offerta, le generalità complete dell’offerente (cognome, nome, luogo e data di nascita, domicilio, codice fiscale, partita iva, recapito telefonico, copia di valido documento d’identità, stato civile e, in caso di comunione dei beni anche le generalità del coniuge). Qualora l’offerente sia un minore, e/o un interdetto, e/o un inabilitato, l’offerta dovrà essere sottoscritta da chi ne esercita la potestà, la tutela o la curatela, e dovrà essere allegata una copia autentica del provvedimento giudiziale di autorizzazione all’acquisto. Qualora l’offerente fosse una persona giuridica, oltre all’indicazione delle generalità del legale rappresentante, corredata da copia del documento d’identità di questi, dovrà indicare i dati della società rappresentata nonché fornire prova della propria legittimazione ad agire in nome e per conto della società medesima, allegando all’offerta una certificazione camerale autentica aggiornata. L’istanza, contenente l’offerta, deve essere sottoscritta da tutti i soggetti a favore dei quali l’immobile deve essere intestato, con la precisazione della misura delle quote dei diritti che ciascuno intende acquistare.

L’offerta dovrà contenere un deposito per cauzione pari al 10% della somma offerta, deposito da effettuarsi mediante assegno circolare non trasferibile intestato alla Banca del Monte di Lucca S.p.a.., con l’avvertimento che detta cauzione sarà trattenuta ed acquisita alla procedura in caso di mancato versamento del saldo prezzo nei termini e con le modalità previste

Le offerte non saranno efficaci se pervenute oltre il termine stabilito, se inferiori di oltre un quarto al prezzo stabilito dall’avviso di vendita o se l’offerente non presti cauzione con le modalità stabilite nell’ordinanza di vendita, in misura non inferiore al decimo da lui proposto.

B) Le offerte di acquisto mediante modalità telematica dovranno essere redatte mediante il Modulo web ministeriale “Offerta Telematica” accessibile tramite apposita funzione “invia offerta” presente all’interno dell’annuncio pubblicato sul portale www.spazioaste.it. Una volta inseriti i dati ed i documenti necessari, il portale consentirà la generazione dell’offerta telematica che dovrà essere inviata ad un apposito indirizzo di posta elettronica certificata del Ministero della Giustizia mediante apposita casella di “posta elettronica certificata per la vendita telematica” oppure, in mancanza di tale apposito indirizzo, dovrà essere sottoscritta con firma digitale ed inviata tramite un normale indirizzo di posta elettronica certificata. Il tutto entro e non oltre le ore 12,00 del giorno 04.12.2018.

Nella pagina web iniziale Modulo web ministeriale “Offerta Telematica” è disponibile il “Manuale utente” messo a disposizione dal Ministero della Giustizia contenente le indicazioni per la compilazione e l’invio dell’offerta telematica.

L’offerta per la vendita telematica deve contenere:

- dati identificativi dell’offerente, con l’espressa indicazione del codice fiscale o della partita iva;

- l’ufficio giudiziario presso il quale pende la procedura;

- l’anno e il numero di ruolo generale della procedura;

- il numero o altro dato identificativo del lotto;

- la descrizione del bene;

- l’indicazione del referente della procedura;

- la data e l’ora fissata per l’inizio delle operazioni di vendita;

- il prezzo offerto, che a pena di inefficacia non potrà essere inferiore di oltre un quarto al prezzo base indicato per il lotto;

- il termine per il relativo pagamento;

- l’importo versato a titolo di cauzione;

- la data, l’orario, e il numero di CRO del bonifico effettuato per il versamento della cauzione;

- il codice IBAN del conto sul quale è stata addebitata la somma oggetto del bonifico di cui al punto precedente;

- l’indirizzo della casella di posta certificata utilizzata per trasmettere l’offerta e per ricevere le comunicazioni;

- l’eventuale recapito di telefonia mobile ove ricevere le comunicazioni;

- ogni altro documento o elemento utile per la partecipazione all’asta.

Quando l’offerta è formulata da più persone, alla stessa deve essere allegata la procura rilasciata dagli altri offerenti al titolare della casella di posta elettronica certificata per la vendita telematica. La procura deve essere redatta nella forma dell’atto pubblico o della scrittura privata autenticata da notaio e può essere allegata anche in copia per immagine.

L’offerta si intende depositata nel momento in cui viene generata la ricevuta completa di avvenuta consegna da parte del gestore di posta elettronica certificata del Ministero della Giustizia.

Il versamento della cauzione pari al 10% del prezzo offerto, va eseguito con bonifico bancario con accredito sul conto corrente della procedura esecutiva immobiliare RGE 291/2015 (IBAN: IT 25 L 06915 13701 000051018080) con causale “cauzione per offerta di acquisto, lotto unico”, con data di valuta non successiva al giorno precedente l’asta.

La ricevuta, completa del numero di identificazione del versamento stesso, va allegata alla busta telematica contenente l’offerta.

Si evidenzia che il bonifico dovrà essere effettuato in tempo utile, tenendo conto dei tempi tecnici bancari, e che il mancato accredito del bonifico entro il termine sopra indicato determina l’invalidità dell’offerta.

Si rammenta che, unitamente alla cauzione, va versato l’importo di Euro 16,00 per la marca da bollo virtuale, il tutto con le modalità indicate nel portale telematico. A coloro che, all’esito della gara, non risulteranno aggiudicatari, i bonifici saranno restituiti al netto degli oneri bancari.

MODALITA’ DI SVOLGIMENTO DELLA GARA

Le offerte irrevocabili pervenute sia in modo telematico sia cartaceo saranno esaminate e valutate dal professionista delegato Rag. Andrea Murri, presso gli Uffici dell’Istituto Vendite Giudiziarie di Lucca (I.V.G.) – So.Fi.R. S.r.l. in Lucca, Viale San Concordio, 996/B, alla presenza degli offerenti, nel seguente giorno ed orario: 05 dicembre 2018 alle ore 16,30.

Coloro che hanno formulato l’offerta cartacea parteciperanno comparendo innanzi al professionista delegato. L’offerente è tenuto a presentarsi personalmente alla vendita, altrimenti, ricorrendone i presupposti, il bene gli sarà comunque aggiudicato. Le buste saranno aperte dal professionista delegato ed inserite dallo stesso nel portale, così rendendole visibili a coloro che partecipano alla vendita con modalità telematiche.

Coloro che hanno formulato l’offerta con modalità telematiche partecipano alle operazioni di vendita con modalità telematiche, collegandosi al portale www.spazioaste.it.

Almeno trenta minuti prima dell’inizio delle operazioni di vendita il gestore della vendita telematica invierà all’indirizzo di posta elettronica certificata indicato nell’offerta un invito a connettersi al proprio portale con l’indicazione delle credenziali di accesso. L’offerente è tenuto a connettersi alla vendita, altrimenti, ricorrendone i presupposti, il bene gli sarà comunque aggiudicato. Le buste presentate con modalità telematica saranno aperte attraverso il portale e rese note agli offerenti presenti innanzi al delegato.

In caso di pluralità di offerte valide, al termine del loro esame avrà inizio la gara, che si svolgerà con modalità sincrona mista, partendo dall’offerta più alta con rilanci non inferiori ad Euro 5.000,00.

Il rilanci effettuati dai partecipanti presenti innanzi al delegato saranno riportati nel portale a cura del professionista, e resi visibili a coloro che parteciperanno alle operazioni con modalità telematiche.

I rilanci effettuati dai partecipanti connessi al portale saranno resi visibili tramite il portale ai partecipanti presenti innanzi al delegato.

La gara telematica sarà dichiarata conclusa quando sarà trascorso il tempo massimo (due minuti) senza che vi siano state offerte migliorative rispetto all’ultima offerta valida. L’offerente che avrà fatto l’ultima offerta valida sarà dichiarato aggiudicatario del bene.

In riferimento al disposto di cui all’art. 574 c.p.c., il professionista delegato, se farà luogo alla vendita, disporrà il modo del versamento del prezzo da eseguirsi nel termine di giorni 100 (cento) dall’aggiudicazione.

Prima dell’emissione del decreto di trasferimento, l’aggiudicatario dovrà provvedere al versamento, tramite bonifico bancario sul conto corrente della procedura, delle somme necessarie per la registrazione, trascrizione e voltura catastale del decreto di trasferimento, nonché per i diritti di cancelleria e bolli dovuti per la copia autentica del decreto ad uso trascrizione.

L’aggiudicatario, inoltre, dovrà corrispondere la metà del compenso del delegato relativo alla fase di trasferimento della proprietà, maggiorato del 10% per spese generali, oltre iva ed oneri previdenziali, come da D.M. n. 227 del 15 ottobre 2015.

L’espletamento delle formalità di cancellazione delle trascrizioni, dei pignoramenti e delle iscrizioni ipotecarie conseguenti al decreto di trasferimento, pronunciato dal Giudice delle Esecuzioni ai sensi dell’art. 586 c.p.c., avverrà a spese della procedura.

La partecipazione implica la conoscenza integrale e l’accettazione incondizionata di quanto contenuto nella relazione peritale e nei suoi allegati.

Ulteriori informazioni potranno essere assunte gratuitamente dai siti www.ivglucca.com, www.astalegale.net, nonché sul sito del Tribunale di Lucca, compresa l’intera ordinanza di vendita e la perizia di stima dell’immobile, indicando il Tribunale procedente (Lucca) ed il numero della procedura esecutiva, o richieste via mail all’indirizzo amurri@murcasa.it.

Custode: Istituto Vendite Giudiziarie di Lucca (I.V.G.) – So.Fi.R. S.r.l. – tel. 0583/418555

Da contattare per effettuare la visita dell’immobile pignorato.



Viareggio, 26 settembre 2018

Il professionista delegato

Rag. Andrea Murri

Modalità di partecipazione

SI COMUNICA A TUTTI GLI INTERESSATI A VISIONARE GLI IMMOBILI IN CUSTODIA CHE LA RICHIESTA DEVE ESSERE EFFETTUATA CLICCANDO SUL TASTO “PRENOTA LA VISITA” ENTRO E NON OLTRE LE ORE 12.00 DEL LUNEDI’ DELLA SETTIMANA ANTECEDENTE ALL’ASTA.

Ubicazione del bene
  • VIA CAPEZZANO MONTE, 32
    55045- PIETRASANTA (LU)
Mappa
Informazioni sulla procedura
  • Lucca
  • R.G.E. N° 291/2015
  • Giudice: DR. GIACOMO LUCENTE
  • Delegato: RAG. ANDREA MURRI
  • Custode: Istituto Vendite Giudiziarie di Lucca
  • Da mostrare per validazione xhtml