Guide
Guida all'acquisto

Per orientarti nel mondo delle vendite giudiziarie, comprendere le procedure corrette per partecipare alle vendite o cercare maggiori informazioni, consulta le pagine della nostra guida.

 
Bollettini
Benimobili
VILLA » ES 149/2015 CUSTODIA: VILLA PER CIVILE ABITAZIONE POSTA ...

ES 149/2015 CUSTODIA: VILLA PER CIVILE ABITAZIONE POSTA NEL COMUNE DI VIAREGGIO (LU), VIA FILIPPO CORRIDONI, 22.

SUPERFICIE: MQ. 220,00.

CORREDATA DA 2 TERRAZZI AL PIANO 1° ED AL PIANO TERRA, DA RESEDE AD USO GIARDINO SULLA QUALE INSISTE UN MANUFATTO AD USO RIPOSTIGLIO DI CIRA MQ.42.

Prezzo base € 780.000,00

Offerte entro il 05.03.2018 alle ore 12:00.
Data vendita: 06.03.2018 alle ore 10:00

La vendita avrà luogo presso: STUDIO DEL PROFESSIONISTA DELEGATO ALLA VENDITA.
Senza incanto
DIRETTAMENTE DAL TRIBUNALE, NESSUNA SPESA DI CONSULENZA A CARICO DELL'INTERESSATO ALL'ACQUISTO!!!!
Scheda aggiornata il 15.01.2018
alle ore 14:29
TRIBUNALE DI LUCCA
– Ufficio Esecuzioni Immobiliari -
Il Notaio Fabio Monaco in esecuzione di delega del Giudice dell’Esecuzione, Dott. Giacomo Lucente in data 29/05/2017 nella procedura esecutiva n° 149/15,
AVVISA
che il Giudice dell’Esecuzione ha disposto la vendita senza incanto dei seguenti beni immobili, nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, anche in relazione alla legge 47/85 e successive modifiche ed integrazioni e meglio descritti in ogni loro parte nella consulenza estimativa in atti.
Custode: Istituto Vendite Giudiziarie di Lucca – Tel. 0583 – 418555.
Descrizione del bene
villa singola per civile abitazione elevata a due piani fuori terra compreso il terrestre, posta in Comune di Viareggio, Via Filippo Corridoni n.22.
Detta unità immobiliare, è composta al piano terra da ingresso, soggiorno, studio, sala da pranzo, cucina disimpegno, vano scale e bagno. In aderenza al fabbricato sul lato nord ovest è presente una struttura in ferro con copertura in materiale plastico ad uso gazebo la cui realizzazione risulta abusiva. Al piano primo da camera padronale con stanza armadi, disimpegno e bagno, camera con bagno, disimpegno vano scale, per una superfice complessiva di circa mq.220 ed piano sottotetto da locali di sgombero e disimpegno ed un bagno per una superfice media abitabile di circa mq.110. Il locale adibito a bagno nel vano sottotetto risulta essere non autorizzato in quanto non presente nel Permesso di Costruire a Sanatoria.
L’unità abitativa è corredata da due terrazzi al piano primo ed al piano terra, da resede ad uso giardino sulla quale insiste un manufatto parte ad un solo piano e parte a due piani fuori terra ad uso ripostiglio di cira mq.42.
L’unità immobiliare in oggetto è posta al piano T-1-2, ha un’altezza interna di 3,55/2,70.
Confini

beni distinti dalle particelle 293, 395 e 291 e strada comunale F. Corridoni salvo se altri e meglio di fatto.

Referenze catastali

E’ rappresentata al Catasto Fabbricati del Comune di Viareggio, al giusto conto, nel foglio 25 particelle 292 sub 1 e 394 sub 1 graffate, categoria A/7, classe 1, vani 11,5, rendita catastale € 1.235,36.

Provenienza

L’immobile in oggetto è pervenuto agli esecutati, per atto di acquisto ai rogiti del Notaio Lamberto Giusti del 19 luglio 2006 repertorio n.8010, trascritto a Lucca in data 19 luglio 2006 ai nn. 16728/10019.

Situazione urbanistica

L’immobile in oggetto è stato realizzato in epoca anteriore al 1° settembre 1967 ed è stato oggetto delle seguenti pratiche edilizie:

-Concessione Edilizia in Sanatoria n. 3027 del 05/11/1998, presentata il 30/04/1986 n.6984 di protocollo;

-Concessione Edilizia n. 355 del 08/07/2003, per lavori di ristrutturazione di fabbricato;

-Permesso di costruire a sanatoria n. 36 del 07/02/2005, per lavori di difformità realizzate in corso d’opera;

-Dichiarazione di ultimazione lavori n. prot. 13811 del 07/03/2005 Certificato di Abitabilità n. 13812 del 07/03/2005.

Sono state rilevate le seguenti difformità:

-realizzazione di struttura in ferro ad uso gazebo in aderenza al fabbricato. Tale difformità è regolarizzabile mediante Autorizzazione Edilizia in Sanatoria;

-cambio di destinazione di un vano sottotetto da locale di sgombero a bagno.

Il bene sarà posto in vendita al prezzo di € 780.000,00.

Le offerte di acquisto, sulle quali dovrà essere applicata marca da bollo da € 16,00, dovranno essere presentate, in busta chiusa, presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari del Tribunale di Lucca, Piazzale San Donato, entro e non oltre le ore 12.00 del giorno 05/03/2018.

L’offerta, irrevocabile ex art. 571 comma 4 c.p.c., deve contenere l’indicazione del prezzo, del tempo e modo di pagamento ed ogni elemento utile alla valutazione dell’offerta, le generalità complete dell’offerente (cognome, nome, luogo e data di nascita, domicilio, codice fiscale, recapito telefonico, copia di valido documento d’identità e, in caso di comunione dei beni anche le generalità del coniuge; se persona giuridica, oltre all’indicazione delle generalità del legale rappresentante con copia del documento d’identità valido, dovrà essere allegato il certificato camerale aggiornato ritirato presso la camera di commercio), oltre un deposito per cauzione pari al 10% della somma offerta, deposito da effettuarsi mediante assegno circolare intestato alla Banca del Monte di Lucca.

Le offerte non saranno efficaci se pervenute oltre il termine stabilito, se inferiori di oltre un quarto al prezzo stabilito dall’avviso di vendita o se l’offerente non presti cauzione con le modalità stabilite nell’ordinanza di vendita, in misura non inferiore al decimo del prezzo da lui proposto.

Il Notaio delegato effettuerà l’esame delle offerte e la gara tra gli offerenti presso l’Associazione Notarile per le Procedure Esecutive, in Lucca, Viale Giusti, n. 273 int. condominiale A32 – piano secondo, il giorno 06/03/2018 successivo alla scadenza del termine per la presentazione delle offerte di acquisto ad ore 10.00.

In caso di gara, ai sensi dell’art. 573 c.p.c., l’aumento minimo dovrà essere di € 5.000,00.

In riferimento al disposto di cui all’art. 574 c.p.c., il Notaio delegato, se farà luogo alla vendita, disporrà il modo del versamento del prezzo da eseguirsi nel termine di giorni 100 (cento) dall’aggiudicazione.

L’aggiudicatario, qualora non intenda avvalersi della facoltà di subentrare nel contratto di finanziamento, previsto dall’art. 41 comma 5° D.L.gs. 385/93, detratta la cauzione già versata, dovrà versare direttamente alla Cassa di Risparmio di Parma e Piacenza s.p.a., entro il termine di giorni 100 (cento) dall’aggiudicazione, la differenza tra il prezzo di aggiudicazione e la cauzione già versata, fino alla concorrenza del credito complessivo della Cassa di Risparmio di Parma e Piacenza s.p.a.; ove il prezzo di vendita sia inferiore ad € 100.000,00 il versamento diretto del saldo prezzo sarà limitato al 60% dell’importo, ove sia compreso tra € 100.000,00 ed € 200.000,00 sarà limitato all’80%.

L’aggiudicatario, inoltre, dovrà versare nello stesso termine di giorni 100 (cento) dall’aggiudicazione sul conto corrente intestato alla procedura che sarà stato aperto dopo l’aggiudicazione con il versamento della cauzione presso la Banca del Monte di Lucca, sede di Lucca, Piazza San Martino, l’eventuale eccedenza tra il prezzo di aggiudicazione e la somma ottenuta sommando alla cauzione quanto direttamente corrisposto alla Banca del Monte di Lucca s.p.a.

All’atto dell’emissione del decreto di trasferimento dovrà provvedere a depositare presso l’Associazione Notarile per le Procedure Esecutive, mediante assegni circolari, la somma necessaria per la registrazione, trascrizione e voltura catastale del decreto di trasferimento, nonché i diritti di cancelleria ed i bolli dovuti per la copia autentica del decreto ad uso trascrizione.

L’aggiudicatario, inoltre, dovrà corrispondere la metà del compenso del delegato relativo alla fase di trasferimento della proprietà, maggiorato del 10% per spese generali, oltre IVA ed oneri previdenziali, come da D.M. n. 227 del 15 ottobre 2015.

L’espletamento delle formalità di cancellazione delle trascrizioni dei pignoramenti e delle iscrizioni ipotecarie conseguenti al decreto di trasferimento, pronunciato dal Giudice dell’Esecuzione ai sensi dell’art. 586 c.p.c., avverrà a spese della procedura.

La partecipazione implica la conoscenza integrale e l’accettazione incondizionata di quanto contenuto nella relazione peritale e nei suoi allegati.

Ulteriori informazioni potranno essere richieste, presso l’Associazione Notarile per le Procedure Esecutive con sede in Lucca, Viale Giusti, n. 273 int. condominiale A32 – piano secondo(tel. 0583/957605), ove sarà possibile prendere visione della perizia dalle ore 10.00 alle ore 12.00 ad esclusione del martedì o dai siti internet www.astalegale.net, www.ivglucca.com, e www.immobiliare.it, nonché sul sito del Tribunale di Lucca.

Viareggio, li 31 OTT. 2017
Il Notaio delegato Dott. Fabio Monaco

Modalità di partecipazione

SI COMUNICA A TUTTI GLI INTERESSATI A VISIONARE GLI IMMOBILI IN CUSTODIA CHE LA RICHIESTA DEVE ESSERE EFFETTUATA CLICCANDO SUL TASTO “PRENOTA LA VISITA” ENTRO E NON OLTRE LE ORE 12.00 DEL LUNEDI’ DELLA SETTIMANA ANTECEDENTE ALL’ASTA.

Ubicazione del bene

  • VIA FILIPPO CORRIDONI, 22
    55049- VIAREGGIO (LU)
Mappa

Informazioni sulla procedura

  • Lucca
  • R.G.E. N° 149/2015
  • Giudice: DR. GIACOMO LUCENTE
  • Delegato: NOTAIO FABIO MONACO
  • C.T.U.: GEOM. ALESSANDRO CINELLI
  • Custode: Istituto Vendite Giudiziarie di Lucca