Guide
Guida all'acquisto

Per orientarti nel mondo delle vendite giudiziarie, comprendere le procedure corrette per partecipare alle vendite o cercare maggiori informazioni, consulta le pagine della nostra guida.

 
Bollettini
Benimobili
CASTELLI, PALAZZI DI EMINENTI PREGI ARTISTICI » CONC. PREV. 39/2012 CUSTODIA - LOTTO IV: FABBRICATO ...

CONC. PREV. 39/2012 CUSTODIA - LOTTO IV: FABBRICATO SIGNORILE DI VALORE STORICO DENOMINATO “PALAZZO GIORGI” SITO IN BORGO A MOZZANO (LU), VIA DELLA REPUBBLICA.

CORREDATO DA GIARDINO STORICO, APPEZZAMENTO DI TERRENO E CORTILE CON ORTO

Prezzo base € 408.453,75
Offerte entro il 14.05.2018 alle ore 12:00.
Data vendita: 15.05.2018 alle ore 15:30

La vendita avrà luogo presso: UFFICI I.V.G.: VIALE SAN CONCORDIO, 996/B - 55100 LUCCA.
Senza incanto
DIRETTAMENTE DAL TRIBUNALE, NESSUNA SPESA DI CONSULENZA A CARICO DELL'INTERESSATO ALL'ACQUISTO!!!!
Scheda aggiornata il 29.03.2018 alle ore 14:20

ISTITUTO VENDITE GIUDIZIARIE

PER LA CIRCOSCRIZIONE DEL TRIBUNALE DI LUCCA

Viale San Concordio, 996/B – 55100 Lucca; tel.: 0583 418555; fax: 0583 418557;

e-mail: ivg-lucca@email.it; sito web: www.ivglucca.com




CONC. PREV. N° 39/2012 – TRIB. LUCCA

Liquidatore: Dott.ssa Michela BONINI



Il giorno 15 maggio 2018 alle ore 15:30

presso la sede dell’I.V.G. sita in Lucca, Viale San Concordio, 996/B

si procederà alla VENDITA SENZA INCANTO dei seguenti beni immobili:



(Termine ultimo per il deposito delle offerte: 14 maggio 2018 ore 12.00 presso la sede I.V.G.)




LOTTO QUATTRO



Fabbricato signorile di valore storico appartenuto alla famiglia Giorgi e pertanto denominato “Palazzo Giorgi” sito in Borgo a Mozzano (LU), via della Repubblica e corredato da giardino storico di pertinenza e di altro piccolo appezzamento di terreno, oltre ad un cortile con orto.

L’immobile è localizzato nel centro abitato di Borgo a Mozzano ed è attualmente in fase di ristrutturazione, lo stesso si sviluppa su tre piani (due dei quali totalmente o parzialmente interrati sul retro), oltre a mezzanino e sottotetto, con pianta irregolare, ed è accessibile attraverso due scale interne e più accessi esterni, sia al livello del piano terra, sia al livello dei piani primo e secondo (sottotetto).

Nel corso dei lavori di ristrutturazione è stata predisposta la struttura muraria per la messa in opera di un ascensore interno, al momento non ancora installato. Le murature originarie sono in pietrame, mentre le murature inserite nel fabbricato nel corso dei lavori di ristrutturazione sono in conglomerato cementizio armato o in blocchi di calcestruzzo semipieni. Solai e copertura hanno struttura portante in legno, rinforzata con profilati metallici a doppio T nei solai dei piani inferiori (i rinforzi, attualmente a vista, dovranno essere nascosti al momento del ripristino delle originarie finiture dei soffitti in canne intonacate. I nuovi solai introdotti ai piani superiori hanno struttura portante in elementi in legno lamellare. Porte e infissi sono attualmente quelli in origine esistenti nel palazzo, da restaurare, mentre sono già state oggetto di interventi di ripristino le persiane della facciata che prospetta sulla via della Repubblica, facciata che a oggi è completamente intonacata e tinteggiata. Sul lato nord est del fabbricato si trova un corpo di fabbrica a un solo piano, sormontato da una terrazza delimitata da un’elegante chiusura perimetrale su archetti e colonne fabbricato è privo di impianti. Il giardino destinato a pertinenza scoperta e orto, a diretto contatto con il fabbricato e sito sul retro di questo, è rappresentato in catasto dal mappale 381, subalterno 3, foglio 20, in parte lastricato con vialetti in pietra e accesso alla retrostante pubblica via mulattiera.

Il giardino storico sul fronte del fabbricato, in completo stato di abbandono, censito con il numero 461, foglio 20, è delimitato sul lato fronte strada da un muro di cinta con cancello di accesso inserito in una struttura “a portale” con arco ribassato in pietra e sovrastante nicchia destinata in origine a contenere una statua o un elemento decorativo. All’interno del giardino si trovano un lavatoio e una vasca in pietra e una “limonaia” sormontata da una terrazza, con struttura portante in mattoni pieni, sicuramente costruita in epoca più recente rispetto al palazzo e non censita in catasto.



Per la descrizione dettagliata si veda la perizia di consulenza tecnica redatta dalla Dott.ssa Stefania POLI in data 10 gennaio 2014 e scaricabile dai siti web www.ivglucca.com e www.astagiudiziaria.com.



PREZZO BASE: € 408.453,75



LOTTO CINQUE



Appezzamenti di terreno siti in Barga (LU) Via Pietro Funai, in parte occupati da una strada privata di accesso al fabbricato denominato quadrifamiliare e ad altri retrostanti fabbricati di proprietà di terzi e in parte destinati a parcheggi, per una superficie catastale complessiva di Mq. 1.508.

La strada privata al servizio dell’edificio quadrifamiliare e delle villette a schiera che si trovano a nord dello stesso fabbricato è stata realizzata sui terreni mappali 2140 – 2141, 2142, 2166, e 2168 (parte) foglio 36, mentre i terreni mappali 2167 e 2168 (parte), foglio 36, sono stati adibiti a parcheggio.

Mentre le particelle 2142, 2166 e 2167 sono censite al catasto fabbricati di Barga nella categoria “F/1” (“area urbana”) e al catasto terreni di Barga con la qualità di “ente urbano”, la particella 2168 è censita solo al catasto terreni dello stesso Comune con la qualità di “seminativo arborato” e le particelle 2140, 2141 sono censite solo al catasto terreni dello stesso Comune con la qualità di enti urbani.



Per la descrizione dettagliata si veda la perizia di consulenza tecnica redatta dalla Dott.ssa Stefania POLI in data 10 gennaio 2014 e scaricabile dai siti web www.ivglucca.com e www.astagiudiziaria.com.



PREZZO BASE: € 38.880,00




MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE

Ogni offerente dovrà depositare, in busta chiusa entro le ore 12,00 del giorno 14 maggio 2018, presso gli Uffici dell’Istituto Vendite Giudiziarie di Lucca (I.V.G.) – So.Fi.R. S.r.l. in Lucca, Viale San Concordio, 996/B:

• Domanda di partecipazione redatta in bollo da € 16,00 che dovrà riportare le complete generalità dell’offerente, l’indicazione del codice fiscale e, nell’ipotesi di persona congiunta, il regime patrimoniale prescelto; in caso di istanze presentate per conto e nome di una società, dovrà essere prodotto certificato in bollo della CCIAA dal quale risulti la costituzione della società e i poteri conferiti all’offerente (con allegazione delle eventuali delibere necessarie). La domanda dovrà contenere, inoltre, l’indicazione del lotto e del prezzo offerto, che non dovrà essere inferiore al 75% del prezzo base, e la specificazione di aver preso visione del bando e di accettarne integralmente il contenuto. Alla domanda dovrà essere allegata la copia fotostatica del documento di identità e del codice fiscale dell’offerente;

• assegno circolare intestato a “Concordato Preventivo Kasa Immobiliare S.r.l. in liquidazione – Dott.ssa Michela Bonini”, di una somma non inferiore ad 1/10 del prezzo proposto, da imputarsi a cauzione;

• assegno circolare intestato a “So.Fi.R. S.r.l.” di un importo pari al 2% + IVA del prezzo offerto, a titolo di diritti d’asta.

Nella formulazione dell’offerta si tenga conto:

- che l’immobile non potrà essere intestato a soggetto diverso da quello che sottoscrive l’offerta di acquisto;

- che se l’offerente comprende più soggetti, essi potranno predisporre una sola offerta di acquisto, completa dei dati di tutti gli offerenti, e da essi sottoscritta;

- che se l’offerente è un minore, e/o un interdetto, e/o un inabilitato, l’offerta dovrà essere sottoscritta da chi ne esercita la potestà, la tutela o la curatela, e dovrà essere allegata una copia autentica del provvedimento giudiziale di autorizzazione all’acquisto;

- che se l’offerente agisce quale legale rappresenta di altro soggetto, dovrà essere allegato il certificato del registro delle imprese, ovvero l’atto di nomina da cui ne risultino i poteri;

- che l’offerta di acquisto potrà essere presentata anche secondo le forme previste dall’art. 583 del Codice di procedura civile;

- che gli offerenti che senza giustificato e documentato motivo abbiano omesso di partecipare alla gara sono sanzionati con la perdita di 1/10 della cauzione versata, a norma dell’art. 580, comma II C.p.c.;

La vendita non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente la eventuale esistenza di vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere (ivi compresi quelli urbanistici, ovvero quelli condominiali per l’anno corrente e per quello precedente la vendita) per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti o non presenti nella perizia di stima, non potranno dare luogo a nessun risarcimento, indennità e/o riduzione del prezzo, essendosi tenuto conto di tale alea nella determinazione del valore dei beni.

Il giorno 15 maggio 2018, alle ore 15.30, presso la Sala aste dell’I.V.G. in Lucca, Viale San Concordio, 996/B il banditore procederà ad aprire le buste depositate tenendo presente che:

- in caso di partecipazione alla gara di un unico offerente, l’immobile verrà comunque allo stesso aggiudicato, a condizione che l’offerta non sia inferiore al 75% del prezzo base;

- nel caso siano state depositate più offerte avrà luogo una gara tra gli offerenti che si svolgerà secondo le seguenti modalità:

o il prezzo base corrisponderà all’offerta più alta presentata. Nel caso di parità tra le offerte sarà considerata quella depositata prima in ordine di tempo;

o tutti i partecipanti potranno presentare rilanci per un importo non inferiore ad € 5.000,00 per il lotto 4 ed € 1.000,00 per il lotto 5;

o risulterà aggiudicatario provvisorio il soggetto che avrà formulato l’offerta maggiore senza che vi sia stato alcun rilancio nel tempo di un minuto dalla presentazione della stessa;

All’esito della gara di aggiudicazione:

- A ciascun offerente che non risulterà aggiudicatario saranno immediatamente restituiti entrambi gli assegni circolari precedentemente depositati insieme all’offerta.

- Se il prezzo di aggiudicazione risulterà superiore al prezzo offerto, l’aggiudicatario dovrà corrispondere il pagamento dell’importo dei diritti d’asta, soggetti ad IVA, spettanti all’Istituto Vendite Giudiziarie – So.Fi.R. S.r.l. nella misura del 2% da calcolarsi sul prezzo dell’aggiudicazione, detraendo, quindi, quanto già versato al momento del deposito dell’offerta.

- L’offerente ha facoltà di dichiarare che intenderà versare il saldo prezzo usufruendo di mutuo ipotecario con garanzia reale sullo stesso immobile oggetto di vendita. Entro il termine fissato per il versamento del saldo prezzo le somme dovranno essere erogate direttamente dall’Istituto mutuante mediante consegna di assegno circolare non trasferibile intestato alla procedura.

- Se il Curatore, prima della firma dell’atto di trasferimento, dovesse ricevere un’offerta irrevocabile d’acquisto migliorativa che superi il prezzo di aggiudicazione di almeno il 10% (dieci per cento), può sospendere la vendita ai sensi dell’art. 107, comma IV, L. Fall.. In questo caso, verrà indetta nuova gara alla quale avranno il diritto di partecipare il nuovo offerente, il precedente aggiudicatario provvisorio e gli altri precedenti concorrenti.

- Entro il termine perentorio di 90 giorni decorrenti dall’avvenuta aggiudicazione, l’aggiudicatario provvisorio dovrà provvedere al pagamento del saldo prezzo, detratta la cauzione già versata. L’adempimento dovrà effettuarsi mediante assegno circolare non trasferibile intestato a “Concordato Preventivo Kasa Immobiliare S.r.l. in liquidazione – Dott.ssa Michela Bonini”.

- Il trasferimento della proprietà avverrà mediante rogito notarile da stipularsi avanti a notaio scelto dal Liquidatore Giudiziale con spese a carico di parte aggiudicataria.

- In caso di mancato versamento del prezzo nei termini stabiliti, e degli altri oneri, diritti e spese l’aggiudicazione sarà revocata e l’aggiudicatario perderà le somme fino ad allora versate. In tal caso, inoltre, potrà essere addebitata l’eventuale differenza di prezzo che andrà a realizzarsi nella successiva aggiudicazione ad altro offerente, ai sensi dell’art. 587 C.p.c..

Al momento della sottoscrizione del rogito l’aggiudicatario dovrà provvedere al pagamento di tutte le imposte dovute, spese di trascrizione, diritti di cancelleria, marche e quant’altro necessario per l’emissione, registrazione e trascrizione dell’atto di trasferimento e relative volture catastali. L’espletamento delle formalità di cancellazioni delle trascrizioni dei pignoramenti e delle iscrizioni ipotecarie e di qualsiasi altra iscrizione o trascrizione conseguenti all’atto di trasferimento avverrà a cura e spese dell’aggiudicatario acquirente.



PER CONCORDARE VISITE (GRATUITE) CON IL CUSTODE INCARICATO È NECESSARIO PRENOTARSI TRAMITE IL SITO: www.ivglucca.com



Per ricevere ogni altra informazione pertinente, rivolgersi all’ I.V.G. di Lucca, Viale San Concordio, 996/B, tel.: 0583 418555; fax: 0583418557; e-mail: ivg-lucca@email.it.

Lucca, lì 20 marzo 2018
LA DIREZIONE

Allegati

Modalità di partecipazione

SI COMUNICA A TUTTI GLI INTERESSATI A VISIONARE GLI IMMOBILI IN CUSTODIA CHE LA RICHIESTA DEVE ESSERE EFFETTUATA CLICCANDO SUL TASTO “PRENOTA LA VISITA” ENTRO E NON OLTRE LE ORE 12.00 DEL LUNEDI’ DELLA SETTIMANA ANTECEDENTE ALL’ASTA.

Ubicazione del bene
  • VIA DELLA REPUBBLICA
    55023- BORGO A MOZZANO (LU)
Mappa
Informazioni sulla procedura
  • Lucca
  • Fallimento N° 39/2012
  • Giudice: DR. GIACOMO LUCENTE
  • Custode: Istituto Vendite Giudiziarie di Lucca
  • Da mostrare per validazione xhtml